Blog: http://noglobalizzazione.ilcannocchiale.it

ECCO COSA C'E' DIETRO LA VICENDA ENGLARO

Diciamo subito che la vicenda che vede, ahilei, protagonista Eluana Englaro (da 17 anni in coma vegetativo dopo un incidente) e la sua famiglia ci ha lasciato e ci lascia grandi dubbi. Abbiamo quindi cercato di guardare un po’ l’erba dalla parte delle radici, come si suol dire, e siamo arrivati a queste conclusioni.

Al presidente del consiglio Silvio Berlusconi dell’agonia di Eluana e delle questioni etiche connesse importa un piffero. Uno che da sposato ha avuto un’amante ufficiale, con lei un aborto volontario, quindi un divorzio, un chiacchierato rapporto con una attuale ministra, ecc. ecc. Ma come può uno del genere porsi dubbi etici?

In realtà quattro sono le questioni che stanno dietro all’interruzione dell’alimentazione artificiale della Englaro (beninteso non si tratta di un caso di eutanasia - chiamiamo le cose col proprio nome - ma di accanimento terapeutico, visto che senza i macchinari ella troverebbe la sua morte naturale):

1) in vista delle elezioni europee c’è da dare la caccia al voto cattolico;

2) in prossimità delle elezioni strategiche in Sardegna, occorre fare di tutto per sconfiggere Soru, unica vera figura che potrebbe in futuro contrapporsi allo stesso Berlusconi su un piano nazionale (ben più tosto di Wòlter “camomilla” Veltroni);

3) occorre far percepire all’opinione pubblica che le sentenze della Magistratura sono opinabili e, soprattutto, sono eludibili... pro domo sua, naturalmente (vedasi anche il tentativo di impedire le intercettazioni, altro vero obiettivo del Cavaliere da raggiungere nel maggior silenzio possibile);

4) occorre distogliere l’attenzione della gente dalla gravissima crisi economica che attanaglia il Paese, mettendo così la sordina all’escalation quotidiana di fallimenti, licenziamenti, ricorsi alla cassa integrazione, ecc ecc.

Questa è la vera posta in ballo. Sulla pelle di Eluana. Pace all’anima sua.

 

Amici di FUTURO IERI – http://digilander.libero.it/amici.futuroieri

Pubblicato il 9/2/2009 alle 9.52 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web