Blog: http://noglobalizzazione.ilcannocchiale.it

RISPOSTA A '300705' SU NOINCENERITORI

Il commentatore 300705, par di capire proveniente da quel della Lombardia, fa delle osservazioni che chi scrive trova fuori luogo.  La mette sul personale e sinceramente l'articolo più che personale è oggettivo: di cancro si muore, di tumore si muore, e l'inquinamento è un problema.  Credo di tutti, Comunque la percezione che in generale hanno i Toscani è che queste disgrazie siano un fatto collettivo e non una maledizione ad personam da trattare privatamente.  Forse in Lombardia il problema non esiste, o forse son troppo presi da altre passioni i lombardi per accorgersene, o forse sono immuni da queste malattie o chissà cosa altro.  In seconda istanza voglio abbassarmi al livello personale e dire che per andare al lavoro, che dista fra l'altro sui 50 Km, uso di solito il treno, per scelta, perchè  l'abbonamento costa meno, e perchè i costi delle auto sono alti per consumi assicurazione, bolli e affini.  L'auto da cosa "buona e giusta" si sta trasformando in una mezza fregatura e se posso limito il suo uso. Nello specifico non sono uno stregone che fa riti con le erbe, non credo a cose strane o esotiche, sono preoccupato perchè vivo in un periodo dove i vecchi valori si stanno decomponendo e i nuovi che arrivano  sono, a mio avviso, inquietanti consumistici ed edonistici oppure sono una frontiera dove i pionieri dell'utopia dovranno mettere le loro tende ed esplorare l'ignoto e poi riferire.  Sulle proposte per così dire ecologiste consiglio, in generale, di leggere il sito che ho citato e quello di futuroieri e in particolare i suoi link, alcune proposte esistono e i problemi che sono dietro le proposte sono reali e non acqua fresca.  Del resto se acqua fresca fosse, perchè 300705 se la piglia così?  Se ama  tanto questo mondo così come è si rassicuri, secondo chi scrive  c'è tutta l'intenzione da parte di chi ha il potere reale e oggettivo  di andare avanti fino alla fine del mondo proprio in questi termini, mi correggo: non fino alla fine del mondo ma finchè le risorse planetarie lo permetteranno.  Sulle altre cose mi permetto solo di aggiungere che il pezzo che ho curato per l'associazione non è un pezzo ecologista, anzi è al contrario un pezzo politico di denuncia dei limiti delle nostre attuali classi dirigenti e sulla dimensione grottesca del sistema politico locale.  Questo taglio può essere  ragionevolmente censurato dal lettore. 

IANA per Futuroieri

Pubblicato il 30/11/2007 alle 22.0 nella rubrica Diario.

Il Cannocchiale, il mondo visto dal web