.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


23 settembre 2011

VITALIZIO REGIONALE (E PARLAMENTARE) UN PRIVILEGIO ORMAI INSOPPORTABILE

Forse pochissimi di coloro che ci leggono sono a conoscenza di un esempio forse piccolo ma urticante dei privilegi della “casta” politica.
Molte Regioni, negli anni, hanno approvato Regolamenti che attribuiscono ad Assessori e Consiglieri regionali un vero e proprio vitalizio. Cioè una rendita vita natural durante, per il solo fatto di aver seduto qualche anno su una qualche poltrona regionale!
E se questo non vi basta vi diciamo, senza timore di smentita, che detto vitalizio è persino reversibile al coniuge in caso di morte del beneficiato!!!
Lo scandalo è venuto fuori grazie alla denuncia del Presidente della Regione Toscana, Enrico Rossi (Pd) che ha fatto la dichiarazione pubblica sotto acclusa.
Ora, umilmente ci domandiamo, anzi domandiamo a tutti gli attuali Assessori e Consiglieri della Regione Toscana e delle altre Regioni nella stessa situazione: ma non vi vergognate almeno un po’ di vivere sulle spalle dei vostri corregionali?
Possiamo esser tutti d’accordo che di politica non si deve campare, se non - giustamente - per lo stretto periodo in cui si ricoprono incarichi pubblici e ci si mette al servizio della propria comunità?!
Ben venga dunque l’iniziativa di Rossi e di coloro che vorranno seguirlo, anche Parlamentari visto che dopo solo due anni sei mesi e un giorno si beccano un pensione pingue ma molto “disonorevole”. Ma lo si faccia davvero e a partire dalla consiliatura/legislatura in corso.
Tutti i cittadini, indistintamente, di sinistra, di centro e di destra e - soprattutto - i delusi dalla politica, o i cassintegrati a zero ore, o ancora i disoccupati, ve ne saranno sinceramente grati.
Ecco, diteci adesso, con che faccia 'sti politici, soprattutto romani, possono chiedere sacrifici e riforme al sistema previdenziale dei comuni mortali????

Rossi: «Aboliamo il vitalizio per consiglieri e assessori»
L’intervento del presidente della Toscana al congresso dell’ IdV a Pisa. «Chi fa politica ha diritto ad una pensione dignitosa, non a privilegi»
«A me del vitalizio per i consiglieri e gli assessori regionali non importa proprio nulla. Anzi, aggiungo di più: dopo l'approvazione della finanziaria e del Bilancio 2011, propongo di abolire subito i privilegi del vitalizio. Abbiamo ridotto drasticamente i Consigli di Amministrazione di Enti e agenzie dipendenti dalla Regione. Adesso non ci saranno più poltrone retribuite per politici. Si dovrà riacquistare anche quella dimensione della politica che è servizio civile, ricompensato con un gettone da 30 euro». Queste le parole del presidente della Regione Enrico Rossi durante il suo saluto al congresso regionale dell' Italia dei Valori che si svolge oggi a Pisa.
«Dopo queste riforme di riorganizzazione, già contenute nella Finanziaria 2011, che la Giunta approverà venerdì prossimo, - ha aggiunto Rossi - propongo che il Consiglio regionale si occupi anche del vitalizio che è presente anche nelle Regioni sul modello di quanto esiste in Parlamento. Ritengo sia giusto eliminare tutti i privilegi che ad esso sono collegati».
Il presidente Rossi ha proseguito ricordando come «in Toscana, sul terreno della sobrietà e della moralizzazione, avremo così tre primati: la riduzione del numero dei consiglieri regionali (da 65 a 55) e degli assessori (da 14 a 10); la soppressione delle indennità di carica in tutti gli Enti e aziende derivate della Regione; la cancellazione, nel 2011, anche del vitalizio».
«Mi auguro - ha concluso Rossi - che facciano altrettanto anche tutti coloro che a parole dicono di voler cambiare. Per questo mi rivolgo a tutte le altre Regioni e in primo luogo al Parlamento dove c’è una proposta di legge al riguardo che però il PdL non ha mai voluto discutere. Credo che ora il momento sia quello giusto, visto che la crisi impone sacrifici a tutti. L’Italia ha bisogno di aria nuova e pulita. Credo che alla politica, in un momento storico difficile nel quale vengono chiesti sacrifici a tutti, spetti il compito di dare il buon esempio».

Stralcio da Comunicato Regione Toscana - 24/10/2010



sfoglia     agosto        ottobre
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email