.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


7 maggio 2009

BENVENUTI A PUTTITALIA

L’altro giorno un amico se n’è uscito con questa domanda: ma se tua figlia di 16/17 anni fosse insidiata e circuita da un vecchio bavoso ultrasettantenne, seppure miliardario, te che faresti?

La domanda, con personaggi e circostanze puramente casuali, non è banale. La risposta naturale è che – smorzato il forte impulso a tiragli una pedata nel di dietro fino a fargli battere una boccata a terra – andremmo subito a denunciarlo per pedofilia (Libro secondo Titolo XII Capo III del Codice Penale).

Ebbene oggi il nostro disgraziato Paese, già prostrato da una crisi economica che non solo non ha precedenti ma che non vede affatto la fine del tunnel, è costretto a osservare politicanti che “frequentano minorenni” a festini, ragazze job-on-call nominate ministro della Repubblica, ministri affetti da nanismo fidanzati con sventole bionde, sottosegretari che quotidianamente si fanno rifornire da pony express di polvere bianca, ecc. ecc.

Insomma da Publitalia a Puttitalia, il paese delle libertà... dove ognuno è libero di fare come gli pare (basta che non abbia un reddito inferiore a mille euro al mese o sia extra comunitario, perché allora non può fare un cacchio!).

Che vergogna. E le alte o basse gerarchie ecclesiastiche, pronte a fare fuoco e fiamme per la sacralità della vita non hanno nulla da dire sulla sacralità del matrimonio, sul dovere di fedeltà coniugale, sulla decenza dei costumi? E i rotocalchi, pronti a pizzicare anche un innocente buffetto sulla guancia, stavolta non hanno niente da mostrare? E gli opinionisti che discettano sulle minime alchimie elettorali non hanno una parola di sdegno da spendere?

E se davvero stesse dilagando la febbre suina, ma in altra forma???????

 

Amici di FUTURO IERI

http://digilander.libero.it/amici.futuroieri




30 ottobre 2008

IL BERLUSCONI IV COME IL BADOGLIO I

Il nostro Paese è oramai alla frutta, anzi all’ammazza caffè. Un presidente del consiglio, Berlusconi, che sfugge ai legittimi processi (con ciò dando un preciso segnale di impunità a tutti i cittadini, rumeni, albanesi o autoctoni che siano), una ministra dell’Istruzione, Gelmini, incapace di superare persino l’esame di avvocato tanto da sostenerlo nel noto esamificio di Catanzaro, una ministra a non si sa bene che cosa, Carfagna, che si occupa di mercificazione del corpo con qualche cognizione di causa, Brunetta/Prunetta che dopo esser stato il portaborse di De Michelis, da costui sovente irriso e deriso pubblicamente, memore adesso del suo assenteismo parlamentare vuole fustigare chiunque gli capiti a tiro (sentendosi magari un... gigante), trascurando per carità di Patria i La Russa (nome nomen, nel senso che là si russa), i Calderoli, dentista prestato alla politica, la Prestigiacomo che sta all’ambiente come Dracula sta ai donatori di sangue, Sacconi, altro craxiano riesumato dalla naftalina, Rotondi e Pizza che ai tempi della Dc erano considerati dagli amici di partito, a torto o a ragione, dei “minus habens”, il fantasma Frattino che, mentre impazza la crisi internazionale fra Georgia e Russia, conscio del peso in sede diplomatica va a farsi le vacanze alle Maldive con la sua nuova ragazzotta, passando per Scajola giustamente premiato per l’impeccabile gestione del G8 di Genova. Potremmo seguitare ancora a lungo, ma mentre scriviamo siamo già sfiniti.

Personaggi ormai disconnessi dalla realtà, che schivano i programmi di vera inchiesta come Annozero, che laddove partecipano come ieri sera a La7 sulla scuola (il sottosegretario Mantovano) adottano la tecnica di non rispondere mai a tono, svicolando continuamente, come slalomisti emuli di Tomba.

Basta, basta. Levateceli di torno - anzi di tornello - prima che sia troppo tardi, prima che abbiano lasciato dietro di sé un cumulo di macerie paragonabile solo al 1945, come novelli e infausti Attila dei tempi moderni.

Se non lo faranno gli italiani, lo farà più dolorosamente la tremenda crisi finanziaria, produttiva ed economica che sta spazzando via, e ancor più lo farà nei prossimi tempi, le Borse del mondo globalizzato.

 

Amici di FUTURO IERI  ( http://digilander.libero.it/amici.futuroieri/appel.htm )



sfoglia     aprile        giugno
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email