.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


7 luglio 2008

COSA VUOL DIRE BIPARTISAN?

Il quotidiano moderato “La Repubblica” del 5 luglio 2008 presenta nella pagina della politica un curioso trafiletto.  Così recita il breve pezzo:”Ken il guerriero mito bipartisan”.

Risulta al quotidiano moderato che “In occasione dell’uscita nei cinema di un film d’animazione  i quotidiani di An e Prc, il Secolo e Liberazione elogiavano ieri la figura dell’eroe del famoso cartone animato giapponese…”. Considerando che il Ken di cui si parla è un vendicatore di torti che a suon di massacri ottenuti con una abilità semidivina nel padroneggiare misteriose arti marziali che attraversa un mondo post-atomico abbandonato al caos e alla guerra fra sopravvissuti c’è da chiedersi cosa gli piglia ai nostri.

Chi scrive è fazioso in merito perché preferisce eroi di gran lunga più intesi di Kenshiro, questo è il nome completo del tale, come Capitan Harlock, o eroi minimi e sciagurati ma profondamente umani e vitali come Ataru della serie che qui chiamano “Lamù, la ragazza dello spazio”. Terminata questa doverosa considerazione personale voglio arrivare al centro della mia riflessione. Il fatto che una cosa del genere sia un trafiletto di colore nella pagina politica, si parla infatti in quella pagina 7 della manifestazione romana contro Berlusconi, rivela il livello del dibattito politico e quanto profonda sia la stanchezza dei molti verso le nostre sedicenti classi dirigenti. Il giornalista ha sicuramente scritto il pezzo per alleggerire con una nota curiosa la pagina politica; come se un momento, per così dire ludico, rendesse meno aspro l’argomento principale. In questo dettaglio banale io ho colto l’enorme fatica di rendere presentabile anche agli occhi del lettore interessato questa politica nostrana piena di cose e di fatti non immaginabili perché superano ogni senso comune della decenza e dell’indecenza. Se non mi credete vi invito a comprare un qualche libro dedicato al tema di Marco Travaglio, nelle sue pagine troverete la base delle mie affermazioni. Qui non è morto solo un sistema di valori democratici e progressisti legati a una carta costituzionale, a cui peraltro pare abbian creduto solo minoranze di illusi, qui è in corso il funerale di tutto ciò che sta tenendo assieme questi popoli della penisola italiana, che sempre più sembrano vivere gli uni addossati agli altri senza conoscersi e senza parlarsi. Ecco allora che nella babele di valori, che emerge dal fallimento del nostro stare assieme come popolo unito, ogni cretinata per dire che c’è qualcosa in comune va bene, anche un giudizio favorevole su un fumettone ormai fuori tempo massimo come “Ken il guerriero”. Mentre scrivo queste cose la crisi internazionale si aggrava, “Affari&Finanza” di “Repubblica” del 7 luglio 2008 titola in prima pagina:” Borse, il buio in fondo al tunnel”. Forse c’è una attualità di Kenshiro, l’eroe vendicatore dell’era post-atomica, ed è nella percezione che si potrebbe essere prossimi a qualcosa di veramente pericoloso, quasi un tracollo della civiltà come è stata finora conosciuta.

 Per le guerre interminabili, per l’imbecillità&avidità delle classi dirigenti, per la proliferazione indiscriminata delle armi di distruzione di massa, per la crisi nel reperire a basso prezzo materie prime e combustibili e in particolare l’odioso petrolio, e per la follia auto-distruttiva tipica degli umani.

Ma questo riguarda il futuro, e in Italia sembra che non ci sia più futuro per nessuno.

IANA per Futuroieri.



sfoglia     giugno        agosto
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email