.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


7 luglio 2009

Il Belpaese che non vede, non sa, non capisce

Belpaese: quarantanove passi nel delirio

Il Belpaese che non vede, non sa, non capisce…

Credo sia un dato di fatto che la crisi è in essere ed è mondiale.

Credo sia un dato di fatto che Cina ed India stanno emergendo come potenze mondiali.

Credo sia un dato di fatto che le guerre dell’alleato, ma davvero il Belpaese ha alleati?, Statunitense in Afganistan e Iraq stanno andando male.

Eppure nel Belpaese si vive e si fa politica come se tutto questo fosse il racconto stravagante che arriva dalla Luna o da qualche remotissima isola sperduta in mezzo all’oceano. Di fatto il mondo esterno sembra sparire nella dimensione ufficiale dei nostri, nelle dichiarazioni pre-congressuali, nei proclami di principio, nei discorsi ufficiali, nella polemiche perlopiù su scandali e fatti privati, e perfino sulle questioni del premier e delle sue vicende matrimoniali e scandalistiche. In realtà per le nostre sedicenti classi dirigenti da tempo non dirigono e non pensano, il loro è un mestiere ereditato dai padri o dai nonni o il frutto di qualche privilegio, di eredità o rendita o la conseguenza della benevolenza di un protettore quale che sia. Il merito non conta, conta la fedeltà, la parentela, la ricchezza propria o ereditata, la rete di relazioni. E’ chiaro che in simili condizioni è spiacevole per i nostri giornalisti ragionare, far inchieste, contribuire a creare l’indirizzo generale di un pensiero critico o di qualche aspirazione legittima della società civile. Il Belpaese vive in una condizione stranissima, in un tempo di sogno dove va in scena la finzione, l’irrealtà, lo scherzo;  tutto questo accade mentre tanti giovani non fanno famiglia e non possono accedere al bene-casa, molti anziani sono in difficoltà per il costo della vita e milioni di lavoratori onesti hanno perso potere d’acquisto con il passaggio dalla lira all’Euro. Chi è ricco e felice oggi? Chi ha speculato, chi ha alzato i prezzi nel suo negozio, chi può praticare le libere professioni e scaricare i costi sulla parcella che rimette ai clienti, chi vive di piccole truffe, il delinquente che sa che uscirà con l’indulto, il costruttore d’assalto che ha fatto i soldi con i piani regolatori e le zone agricole diventate dalla mattina alla sera edificabili, chi lavora per gli stranieri, i propagandisti di quello o di quell’altro partito, i banchieri e i promotori finanziari che vendevano prodotti finanziari truffaldini, come al solito perlopiù impuniti, anche davanti allo scatenamento della loro perfetta malvagità.     Se le genti diverse e disperse del Belpaese non inizieranno a tirarsi fuori da loro da questo tempo di sogno saranno gli altri e con le loro manine corrazzate a risvegliare a forza questo stivale dormiglione e allucinato. Non è così difficile svegliarsi, basta alzarsi una mattina, guardare fuor di finestra e capire che lì fuori c’è un mondo altro, altri umani diversi da te, un tempo nuovo e pericoloso.

Non è difficile, provare per credere.

IANA per FuturoIeri




17 gennaio 2008

MASTELLA / MENDELLA, PER FAVORE, VATTENE!

Dopo i danni incalcolabili provocati dall'indulto, decine di migliaia di delinquenti rimessi a piede libero e la certezza della pena in frantumi, e, appena di recente, con la legge-bavaglio per gli organi di informazione, che non potranno più dare conto all'opinione pubblica delle intercettazioni messe agli atti di un'inchiesta giudiziaria...

...per favore, Mastella, se ne vada.
Zitto zitto, ma rapidamente.

 
“Secondo quanto trapela da ambienti ben informati, per il Guardasigilli sono ipotizzati
sette (7) reati: un concorso esterno in associazione per delinquere, due episodi di concorso in concussione e uno di tentata concussione, un concorso in abuso d'ufficio e due concorsi in falso”.
 

Amici di Futuro Ieri - http://digilander.libero.it/amici.futuroieri/greppia2.htm 



sfoglia     giugno        agosto
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email