.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


5 marzo 2014

Una scelta obbligata: i moniti contro la prossima guerra

Una scelta obbligata: i moniti contro la prossima guerra

 

 Da tre anni con i pochi amici di Futuroieri ragionavo di dipingere e presentare dei moniti contro la guerra. Si trattava di cose semplici. Il progetto è arrivato a 49 tavole di “moniti contro la prossima guerra”, di cui una doppia, e a un racconto di fantascienza che viene pubblicato a puntate nella rubrica foto di Futuroieri.

Questo si è reso necessario perché negli ultimi tre anni il cannone non ha cessato di tuonare anche vicino al Belpaese e alle sue coste. Non avendo strumenti di grande rilievo o pulpiti con migliaia di uditori e telespettatori come hanno politici e opinionisti il disegno, la didascalia, il simbolo, il monito, la facile profezia sono diventati i miei mezzi. Da qui l’impegno a far un percorso di ragionamento e di esercizio della meditazione intorno al problema della guerra e alla natura imprevedibile e pericolosa dei nuovi conflitti. Il male grande dei nuovi conflitti è che nella cronaca sono incastrati fra la cronaca mondana e scandalistica, i risultati del campionato di calcio, la cronaca giudiziaria che concerne banche e politica, scandali cittadini, segnalazioni sul traffico. In altre parole anche i massacri, la fuga di popoli interi, i colossali interessi che son nascosti dietro le guerre, il mercato delle armi, gli eserciti in lotta diventano fatti indistinti dalle altre notizie; nella quotidianità del consumo di notizie in modo frenetico e veloce è comune che si perda il senso delle informazioni stesse. Invece, questa è la natura di questo piccolo impegno così singolare, chi scrive ritiene che sia bene  riflettere sulle nuove guerre e sul fatto che nel XXI secolo la guerra è ancora lo strumento delle risoluzioni dei conflitti e delle vertenze fra grandi interessi finanziari e commerciali e  fra potenze imperiali. L’auspicio è che i moniti ispirino i fruitori a considerare l’idea di far da sé un proprio studio, un percorso personale di riflessione sui nuovi conflitti e sulle nuove guerre.

Ciò detto…

Buona fortuna a tutti.

IANA


http://foto.libero.it/amici.futuroieri/



sfoglia     gennaio        aprile
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email