.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


7 aprile 2008

NEL PAESE DEI FORTI

Il gentile lettore perdonerà se chi scrive stavolta inizia con una riflessione a partire da un quotidiano poco simpatico come è “La Repubblica”, tuttavia nel numero di lunedì 7 aprile 2008 è presente un’inchiesta sui nonni che rubano ne supermercati per miseria e fame e sulla cronaca fiorentina l‘articolo sulla requisizione dei furgoncini, fatta dai vigili urbani, che trasportavano in Ucraina i pacchi delle badanti e che vendevano le medesime giornali, pane nero di quella Nazione, cioccolato. Ora si deve sempre, poiché siamo nel Belpaese, prendere ogni notizia dei quotidiani con cautela, tuttavia queste due notizie la dicono lunga su cosa siamo oggi. Nel giorno di roventi polemiche elettorali su come sono fatte le schede in cui si usano toni sopra le righe, ecco che si materializza qualcosa che la politica ufficiale ha rimosso volutamente: la povertà umana e la miseria morale e intellettuale di questo paese. L'inchiesta sui vecchi&ladri come viene riportatta dal giornale è impietosa: pensionati che supplicano il carabiniere di turno di non dire nulla ai propri figli, come se la paternità in questa seconda repubblica valesse mezzo euro!, una vecchia di 76 anni che per tre barrette di cioccolata e lesioni ha patteggiato un anno e due mesi, uno nel 2004 è pure morto d’infarto. L’inchesta precisa che i nonni ladri di solito rubano per bisogno e la cosa che costa meno, quasi per alleggerirsi la coscienza. Del resto come spiega al quotidiano un ufficiale dei carabinieri loro non possono certo far da paceri fra derubato e ladro e inoltre: “il furto semplice si persegue solo su querela, mentre ci fa danni, ad esempio strappando una confezione, può essere accusato di furto aggravato e non serve querela…”. Sono gli stessi tutori dell’ordine a sottolineare nel pezzo che spesso s’imbattono in case dove il frigorifero è vuoto ma nel soggiorno c’è la tv al plasma. L’Italia crea da sé le sue nuove povertà e perversioni.

Il caso delle badanti va letto in parallelo, evidentemente esse essendo pagate delle cifre molto basse per accudire i vecchi nostrani per spedire qualcosa ai loro cari, ad una è stato impedito con questo sequestro di mandare una cassa di mele gialle!, torna utile quell’euro e mezzo al chilo che possono pagare allo spedizioniere “abusivo” privo dei necessari permessi. Il quale le mette in contato con i sapori i casa e con i propri cari. Il comandante dei vigili urbani intervistato dal quotidiano ha spiegato che c’erano stati molti reclami; non dice di più ma sarebbe molto interessante sapere chi ha fatto le segnalazioni e perché. Le due notizie sono parallele perché ancora una volta il Belpaese si rivela il paese dei forti contro i deboli e il paese dei deboli con i forti; la terra della viltà collettiva e della violenza del ricco sul povero, che forte delle leggi che si è fatto scrivere su misura regole e leggi e gode di ampia impunità e vive nel privilegio. Vien da pensare che se la stessa severità con cui son puniti anziani e spedizionieri delle badanti venisse applicata al delinquente che fa politica o fa la grande finanza questo sarebbe un paese molto ricco e probabilmente felice. Una volta,per battuta ma solo fino a un certo punto, si raccontava che: "per quattro mele si va in galera per sei mesi, ma se rubi miliardi resti impunito".

Così va questa Repubblica, la nostra seconda Repubblica, dove gli anziani sono guardati a vista da commessi e dagli addetti all’anti-taccheggio e contendono ora il posto che era stato finora dei giovani squattrinati nel cuore dei direttori dei supermercati. Ed è male pure essere donne, forse non più giovani, extracomunitare, badanti e simili, potresti non spedire mai il golf di lana o l’arnese vecchio buttato via dalla padrona di turno nel tuo freddo paese dell’ est, se si tratta poi di una cassa di mele…

IANA per Futuroieri
http://digilander.libero.it/amici.futuroieri 



sfoglia     marzo        maggio
 







Blog letto 1 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email