.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


7 luglio 2017

Considerazioni sopra una stella marina

Considerazioni operative di una stella marina

 

La stella marina è una strana creatura marina che può riproducendosi a dismisura distruggere la barriera corallina, quindi altrerare l’equilibrio fra terra e mare.  La sua caratteristica è che non ha un centro vero e proprio, non c’è una testa da tagliare.  Come riesca a cordinarsi è in parte ancor oggi poco chiaro.

Un libro che studia la storia e i modelli organizzativi la  prende ad esempio per descrivere le organizzazioni decentrate in contrapposizione a quelle accentrate.

Oggi una seria riflessione su questo tema apre la mente alla domanda se una diversa forma di civiltà è possibile e se nel fluire del tempo, variando drammaticamente alcune condizioni, il presente ordine costituito sia forzato a dissolversi e generare una diversa forma di società umana. Domande, dubbi, questioni aperte e spesso esse portano il pensiero davanti al mistero o al vicolo cieco. Intanto chi scrive si ripassa un pò di letteratura e studia il passato, magari un giorno ci fosse bisogno di ricordarsi qualcosa che oggi pare strano e perfino archeologico.

Quali i vantaggi di una “adeguata” organizzazione a rete.

Uno principalmente: la sua sopravvivenza se il vertice viene colpito e messo fuori uso, non ne ha propriamente uno proprio.  Il secondo vantaggio è dato da un fatto banale e stupido: un sistema a rete senza leader si sviluppa sulla base delle condizioni ambientali e operative.  Cessa se le condizioni ambientali e operative vengono meno.  Un sistema decentralizzato si organizza con queste caratteristiche:

1)     Circoli: gli appartenenti sono eguali fra loro e promuovono gli scopi della loro organizzazione.  Un eventuale leader è un trascinatore del gruppo o un tale che in via temporanea si occupa di fare la cosa.

2)   Catalizzatore: occorrono uno o due elementi che avviano un circolo o un gruppo e che attivano energie e possibilità.  Non è necessario che rimangano leader per molto tempo, anzi.  Meglio se dopo aver attivato un gruppo si spostano per materializarne un altro.

3)    Ideologia: nelle organizzazioni decentralizzate di solito ci sono pochi soldi e pochi privilegi.   La motivazione viene da un senso di comunità e dalla dimensione ideologica o di affinità che viene in essere fra i componenti del gruppo.

4)   Network preesistente: le  organizzazioni decentralizzate nascono di solito da qualcosa di già in essere che si converte ideologicamente o si vota ad una buona causa, o esso stesso si decentralizza per sopravvivere.   Alle volte singoli personaggi carismatici o appassionati di una causa operano queste conversioni di sistema portando il loro credo e la loro lotta dentro realtà sociali o affini già strutturate o comunque esistenti.   Costoro di solito creano sulla base dei fattori contingenti lo strumento operativo di cui hanno bisogno a partire dagli entusiasti o dalle organizzazioni che li seguono.

5)    Paladino o giusta causa: un personaggio con notevoli doti comunicative e di persuasione o una causa giusta di per sé evidente richiamano forze e organizzazioni e privati verso la stella marina, ossia verso i gruppi decentralizzati.



sfoglia     novembre       
 







Blog letto 673365 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email