.
Annunci online

  noglobalizzazione [ Forum di critica alla modernita' e a questo nocivo sviluppo ]
         


2 febbraio 2016

Una ricetta precaria per le mattine difficili


Ricetta precaria

E’ la 7. Quasi sicuro

Mentre la sveglia mattutina vi rintrona e la radio trasmette le notizie delle 06:30 e contemporaneamente pensate alla giornata ecco l'illuminazione. Il colpo alla testa.

Per mesi, anni tu precario, ora quasi ex precario o forse no, hai squadrato la crisi da molti punti di vista. Hai passato in rassegna l'economia, le minoranze di miliardari al potere, i super burocrati europei , i complessi militar-industriali delle grandi potenze, la de-industrializzazione e altre cose simili. Poi stamani la botta in testa. Il soggetto umano tendenzialmente ha perso il suo riferimento in materia di corpo di carne e d'identità. I modelli della pubblicità sono praticamente creati in laboratorio;per mettere in piedi quei corpi eleganti, sportivi, atletici, muscolosi o sensuali semplicemente ci vuole un lavoro di tipo professionale e talvolta uno staff di esperti. Non basta alle volte la professionalità dei cultori e allenatori del corpo; spesso ci vuole il ritocchino dell'esperto di grafica, quello delle luci, il fotografo alla moda con i suoi collaboratori. Si tratta di un salto logico quello che avviene normalmente nella testa dei molti; una realtà virtuale e fiabesca è data come modello a cui deve aspirare a gente comune e banalissima che deve tirare a campare e ne ha mille di croci quotidiane da portare. Lo steso salto logico avviene nella sfera sessuale per via della proliferazione virulenta della pornografia da quando VHS, DVD e internet hanno moltiplicato la possibilità dell'accesso a tutte le forme del genere. Un mondo immaginario dai tratti ora grotteschi, ora indecenti, ora fiabeschi si spalmato sulla realtà concreta al punto d'assorbirla. L'umano reale e concreto si è come dissolto nella moltitudine d'immagini virtuali o artefatte. Il mondo anche in questa materia è diventato una favola. Allora ecco che l'illuminazione della consapevolezza è passata e siete totalmente incapaci di alzarvi, di cambiarvi d'abito, far finta di lavarvi, dirigervi alla porta e rincominciare con il quotidiano lavoro. Ci vuole una terapia d'urto per questa crisi dei resti del vostro esser maschio post-ex-trans-patriarcale. Quindi ricetta.

Si prenda la solita mistura malfatta di latte e caffè malamente riscaldata nel forno a microonde.

Una fetta di pane raffermo o pane da toast rozzamente riscaldato.

Schiaffate con fredda ma lucida indifferenza abbondante d'nduia piccante tipo rovente in bocca ma spalmabile

L'effetto calore provocato dal discutibile salame spalmabile calabrese provocherà l'ingurgitare frettoloso della mistura di caffè e latte a prescindere dagli esiti del microonde. Con questo espediente potrete pensare di aver fatto colazione.

Quindi svolto il rito della colazione , mentre lo stomaco protesta con bruciori vari la discutibile commistione alimentare, apri la porta e vai a lavorare .

Quindi cari lettori la morale è sempre quella.

E anche stavolta avrete così risolto.



sfoglia     dicembre        marzo
 







Blog letto 845302 volte

Feed RSS di questo blog Rss 2.0
Feed ATOM di questo blog Atom

ISCRIVITI: "no-globalizzazione" direttamente nella tua casella email